La cura dell’IRC

Abstract

La Malattia Renale Cronica (MRC) è da molti indicata come la Pandemia della modernità e quindi una reale emergenza sanitaria e non solo per le sue dimensioni epidemiche ma anche per l’evidenza che la mortalità, prevalentemente da cause cardiovascolari, aumenta in maniera esponenziale in soggetti  con CKD non in dialisi.

Questa procedura è stata scelta perchè probabilmente nel prossimo futuro le specialità mediche scompariranno, e  i nefrologi dovranno essere pronti a presentarsi come i case-manager del paziente con MRC, con l’ambizione di meglio poter rappresentare gli interessi di salute dei malati con problemi renali.

Una PROCEDURA deve contenere, descrivere ed indicare:

  1. la responsabilità, ovvero le funzioni responsabili dell’applicazione di quanto indicato nella procedura descritta;
  2. i documenti di riferimento, come leggi, disciplinari, pubblicazioni e quanto altro riporti informazioni che regolano o descrivono l’attività in oggetto (nel nostro caso le Linee Guida o le pubblicazioni di riferimento).

Per fare ciò abbiamo:

  • definito l’IRC e la nuova stadiazione della MRC,
  • indicato i percorsi diagnostici e i rischi di progressione,
  • sottolineato i percorsi terapeutici necessari.
  • cercato anche di allargare il nostro orizzonte per l’assistenza ai soggetti con MRC individuando i meccanismi di interazioni tra  nefrologi e specialisti non-nefrologi (con la necessità di multidisciplinarietà), della continuità delle cure e dei rapporti con i MMG, di autogestione, il rischio clinico nei soggetti con MRC.

Infine uno sforzo è stato fatto per individuare gli Indicatori di processo della MRC.

Contenuto disponibile per i soli utenti loggati
Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi